11 dicembre 2005

Ieri abbiamo manifestato contro il palio dei bufali di eboli (SA)

Ieri 10/12/2005 si è svolto ad Eboli (SA) un "evento" tanto inutile quanto meschino denominato "palio dei bufali",spacciato per tradizione,quando invece è alla sua prima edizione,questa pagliacciata voluta dall'assessore Luigi Morena,è stata appoggiata anche da telethon che,come noto da anni,raccoglie fondi per finanziare la Vivisezione! Ieri con gli amici del movimento animalista salernitano,con alcuni membri della LAV di Napoli e altri amici abbiamo manifestato contro questo scempio!Eravamo in pochi ma ci siamo fatti sentire eccome! per tutta la durata del palio abbiamo sovrastato speaker e vari assessori ,che con menzogne tentavano di giustificare il palio,ottenendo l'attenzione e spesso gli applausi del poco pubblico accorso per assistere a uno spettacolo di cui nessuno sentiva l'esigenza! Ecco il testo dei volantini che abbiamo distribuito:
Sabato 10 Dicembre 2005 - NO AL PALIO DEI BUFALI!!!

Il 10 dicembre è la “Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali”, ma l’amministrazione comunale di Eboli (SA), su idea dell’assessore Luigi Morena, anziché essere partecipe alle iniziative organizzate in tutta Italia per la tutela dei diritti degli animali, ha in programma una manifestazione denominata “palio dei bufali”: spacciandola per “tradizione” (quando si tratta, invece, della prima edizione!), i bufali, animali che per le loro caratteristiche etologiche vivono in ambienti paludosi, saranno invece cavalcati e costretti a correre nel parcheggio del Palasele.
Questa manifestazione sottopone i bufali ad un enorme stress psico-fisico: non sono, infatti, assolutamente adatti a questo tipo di competizione, tanto che, nelle “bufalate” del XVII secolo, si utilizzavano pungolatori che servivano a spronarli con un ferro appuntito. Inoltre, sono sì animali miti, ma se aggrediti o feriti possono diventare estremamente pericolosi e la loro carica avere conseguenze molto gravi: facile prevedere cosa potrebbe accadere in seguito allo spavento ed al forte stress cui saranno sottoposti.
I bufali sono già abbastanza sfruttati negli allevamenti della Piana del Sele, evitiamo almeno che debbano essere utilizzati come fenomeni da baraccone in uno spettacolo medievale e fortemente diseducativo: nessuno ha il diritto di gioire della sofferenza di altri esseri viventi!

Come singoli cittadini e come associazioni esprimiamo il nostro dissenso contro questo maltrattamento gratuito!
Coordinamento Animalista Anti-Palio
Per info: no_al_palio_dei_bufali@email.it
Presto vi aggiornerò pubblicando tutte le foto e i video della manifestazione,intanto beccatevi una mia foto in tenuta anti-palio!

Nessun commento: